La formazione e l’aggiornamento costanti, rappresentano uno strumento strategico che permette di migliorare i comportamenti, gli atteggiamenti e la cultura del personale.
Attraverso una progettazione che parte da una mappatura dei bisogni formativi, fino all’implementazione della formazione stessa, il personale potrà:
  • potenziare e alimentare le conoscenze
  • accrescere le competenze tecniche
  • sviluppare la propria “forma mentis”
  • acquisire nuove consapevolezze

Per questo il mio approccio alle azioni formative, sia in Struttura che in Assistenza Domiciliare, parte da una progettazione che tiene conto dei bisogni, delle criticità e della definizione di obiettivi di qualità aziendale esplicitati dal Cliente.

La valutazione del bisogno formativo, che parte sempre dai risultati del processo produttivo e della qualità del servizio, tiene conto di diversi fattori quali, ad esempio:
  1. assenteismo del personale,
  2. redditività del servizio e dell’impresa sociale
  3. conoscenza dei protocolli e procedure interne da parte del personale
  4. adesione ed applicazione dei protocolli e procedure interne da parte del personale
  5. qualità percepita del servizio da parte di assistiti e famiglie
  6. reclami da parte degli assistiti e famiglie
  7. qualità percepita da parte del personale
  8. reclami da parte del personale
  9. partecipazione del personale ad iniziative aziendali come riunioni, formazione, eventi
  10. nuovi servizi che il Cliente vuole attivare
  11. nuove normative alle quali il Cliente deve adeguarsi
  12. richieste formative specifiche da parte del personale
  13. richieste specifiche degli Stakeholder o degli Enti Territoriali
  14. progetti specifici di miglioramento e sperimenazione
E’ quindi andando ad indagare su alcuni o tutti questi fattori e definendo i risultati attesi che si può procedere con una programmazione delle azioni formative sia in termini di contenuti che di quantità di ore.
Il mio metodo si basa su quattro fasi di processo:
  • verifica e indagine sui problemi del processo produttivo e del servizio erogato
  • risorse disponibili per le attività formative o di aggiornamento
  • definizione di obiettivi di qualità in base alle risorse messe a disposizione del Cliente
  • definizione ed implementazione delle attività formative
  • verifica dei risultati formativi a breve, medio e lungo termine
Le modalità attraverso le quali  posso, con i miei collaboratori, attivare le azioni formative possono essere:
  lezioni frontali in loco
lezioni in webinar con possibilità di rivedere le lezioni registrate
video-lezioni pre-registrate
sistema misto video-lezioni – webina- incontri frontali
Per ogni evento formativo/aggiornamento è sempre rilasciato attestato di partecipazione previa verifica dell’apprendimento.

Alcuni argomenti oggetto di formazione già realizzata per operatori impiegati in Strutture ed Assistenza Domiciliare:

  1. l’etica e la professionalità
  2. la presa in carico e l’accoglienza dell’ospite
  3. gli strumenti di lavoro
  4. il passaggio di informazioni e la consegna
  5. il comunicazione con i famigliari degli assistiti
  6. la cura del cliente
  7. la gestione dei reclami
  8. il lavoro di equipe
  9. predisposizione del progetto assistenziale individualizzato – pai
  10. la gestione dell’assistito con deficit cognitivo
  11. la contenzione: uso e abuso
  12. la prevenzione delle LDD
  13. alimentazione e prevenzione nell’anziano
  14. la comunicazione all’interno del servizio
  15. le attività di animazione con gli anziani
  16. prevenzione degli abusi sugli assistiti
  17. la normativa locale di settore
  18. la qualità del servizio

 


Per una consulenza GRATUITA via skype, compila il form con i tuoi dati e sarai ricontatto 

AlmaSocialCare

Via Dante Alighieri, 6
42033 – Marola di Carpineti (RE)
Tel: 335.6256970
Fax: 0522.577712
Email: info@almasocialcare.it

Contattaci

Share This